Logo dell'artista impresso sul foglio
Logo dell'artista impresso sul foglio

Brevi cenni storici

L’invenzione dell’incisione trasferita su carta fu attribuita dal Vasari (pittore, architetto e scrittore d’arte, 1511-1574) a Maso da Finiguerra (1426-1464) che per controllare meglio la buona riuscita dei suoi nielli, inchiostrandoli, li trasferì su carta con un processo calcografico.

Da qui nacque l’idea di riprodurre su carta disegni incisi su lastra.

Nei secoli questa tecnica fu perfezionata e utilizzata da grandi artisti.

All’inizio del XVI secolo l’incisione tedesca raggiunse il suo massimo splendore con le opere di Dürer (1471-1528) che pare sia stato il primo ad usare l’acquaforte.

Si ricordano, tra i tanti artisti successivi, Parmigianino (1508-1540), Rembrandt (1610-1669), Tiepolo (1696-1770), Canaletto (1697-1768), Piranesi (1720-1778), Goya (1746-1828).

Dall’ottocento ai giorni nostri molti artisti fanno esperienza con l’incisione all’acquaforte tanto da renderne difficile la classificazione.

 

© 2011 tutti i diritti riservati